noleggio-auto
Varie

Noleggio Auto, il bollo sarà ancora compreso nella rata mensile?

L’emergenza sanitaria che abbiamo dovuto affrontare ha portato delle novità anche per quanto riguarda il pagamento del bollo auto, ovvero del tributo regionale che devono versare tutti i proprietari di automobili. 

Difatti, quello che è stato deciso ad agosto scorso, con il “Decreto Agosto”, è stato di prorogare la scadenza della tassa sopracitata: difatti sono stati concessi tre mesi di proroga per quanto riguarda le auto a noleggio. Ricordiamo che per quanto riguarda il bollo auto occorre stare attenti alle scadenze che sono fissate e le varie cifre da dover pagare, in base alla Regione. Non tutte, infatti, si sono comportate allo stesso modo per far fronte all’epidemia e hanno stabilito cifre e scadenze differenti.

Bollo auto: cosa succede con le auto a noleggio?

E allora, cosa succede con le auto a noleggio? Chi dovrà pagare il bollo auto? Il cambiamento principale di tutta la normativa risiede proprio nel fatto che, la nuova norma, prevede l’esenzione del bollo auto per il proprietario del veicolo, ovvero la ditta noleggiatrice, e difatti obbliga il pagamento da parte dell’utilizzatore, non altro che il cliente. 

Una decisione che ha fatto molto discutere tutti i clienti che utilizzano i veicoli a noleggio in Italia. Quello che è successo, per ora, è stata soltanto la conferma della possibilità di delegare le imprese di noleggio al pagamento del bollo auto nella propria Regione di residenza: se presso alcune case noleggiatrici si parla di una pratica molto semplice e quasi automatica, in altri casi la situazione è più complessa. Insomma, niente da fare, i clienti di auto a noleggio dovranno pagare di tasca propria il bollo auto. 

Nuova procedura

Sarà pronta da gennaio 2021 la nuova piattaforma PagoPa, una procedura elettronica che consentirà il saldo della tassa sopracitata. Si tratta dell’unico modo con cui potrà essere pagata la tassa. Stando a quanto dichiarato dai diretti interessati, in questa maniera si può semplificare tutta la pratica burocratica. Difatti, non cambia molto per i cittadini, i quali potranno comunque pagare la tassa presso gli sportelli ATM e gli esercizi che sono abilitati (come alcuni tabaccai e così via). Proprio poco dopo la decisione, l’Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici ha confermato che questa decisione porterà ad un aumento di costi di noleggio e farà registrare un aumento fiscale considerevole, generando entrate nelle Regioni per oltre 220 milioni di euro. La richiesta, nel frattempo, è stata quella di garantire quantomeno un una tassa uguale per tutti i clienti italiani di auto a noleggio. 

Crescita del noleggio in Italia

I dati per quanto riguarda il noleggio auto in Italia sono in crescita esponenziale. Addirittura, c’è chi pensa che in un futuro non così remoto, per strada gireranno praticamente quasi solo auto a noleggio. Questo perché si tratta di una formula che permette di evitare ansie e garantisce flessibilità. Soltanto lo scorso anno sono stati immatricolati oltre 280 mila veicoli destinati a noleggio a lungo termine, quasi l’8% in più rispetto all’anno precedente. 

Alcuni anni fa, questa formula era utilizzata prevalentemente dai professionisti e dalle aziende, al giorno d’oggi non è così: sono sempre di più i privati che hanno optato per questa tipologia di contratto. Ci sono delle formule molto semplici ed economiche, che consentono di evitare il pagamento di assicurazione RCA, manutenzione ed assistenza. Si può procedere tranquillamente con il pagamento di una rata mensile, la quale consente tutta una serie di vantaggi: andare dal meccanico, praticamente, non comporta quasi mai esborsi economici. Quindi, recarsi per revisioni e manutenzioni generali, può non gravare sulle spese domestiche. Oltretutto, al giorno d’oggi, sono disponibili praticamente tutti i modelli: dalle utilitarie, alle auto sportive, auto GPL e a benzina. Insomma, utili per ogni esigenza. 

È possibile sfruttare i servizi di noleggio direttamente da internet, uno dei migliori è sicuramente quello di Finrent.it

Va specificato, però, che ci siano due tipologie di noleggio auto completamente differenti tra loro. Si tratta di noleggio a lungo termine e noleggio a breve termine. La maggior parte delle aziende di noleggio consentono entrambe le tipologie di noleggio sopracitate: si possono persino noleggiare veicoli, anche commerciali, per poche ore o giorni. In tal caso si parla di noleggio a breve termine. E’ una tipologia di noleggio che garantisce grande flessibilità, per esempio per chi ha esigenza di aggiornare il proprio parco veicoli in tempi molto rapidi. Anche in questo caso, la burocrazia è minima: si può procedere in poco tempo con la pratica.

Parliamo poi di noleggio a lungo termine. In questo caso si parla di opzioni differenti, ma quella più comune è l’opzione fino a quattro anni. Si tratta della vera e propria alternativa all’acquisto dei veicoli. Consente tantissimi vantaggi, rispetto all’acquisto. Da notare come la maggior parte dei servizi noleggio auto consentano di usufruire di assistenza stradale h24, 7 giorni su 7.