Turismo

I borghi più belli da visitare in autunno

Ormai la stagione autunnale ha bussato alle nostre porte.

I suoi profumi e i suoi bellissimi colori cominciano a decorare il paesaggio, donandogli quell’atmosfera speciale che si può assaporare solamente durante questo periodo dell’anno.

L’estate è finita ormai, ma se dentro te è ancora vivo il desiderio di viaggiare, un’alternativa ideale ora è possibile.

Ecco alcuni bellissimi borghi da visitare durante il periodo autunnale.

Borghi di altri tempi

L’Italia brulica di posti e di borghi rimasti sospesi nel tempo, che permettono di rivivere le emozioni antiche di un’altra era.

Durante l’autunno poi, diventa tutto più magico in quanto il colore dona delle sfumature alle case e alle mura antiche che sembrerà di rivivere nel passato.

Esplorare questi bellissimi posti durante i mesi autunnali è molto piacevole, in quanto non si è sottoposti a temperature altissime ed estenuanti, ma al tempo stesso non farà ancora il freddo tremendo che di solito tende a manifestarsi durante la stagione invernale.

Scanno in Abruzzo

Ecco un piccolo borgo tradizionale che custodisce il fascino tipico e caratteristico di questi posti, e che verrà sicuramente esaltato ed illuminato dai colori autunnali.

Questo borgo, completamente immerso nella natura, è famoso per i suoi bellissimi e conosciutissimi arbusti, ed è attualmente classificato come Bandiera arancione del Touring Club Italiano.

Montefalco in Umbria

Questo borgo è molto visitato durante la stagione della vendemmia che solitamente avviene nel mese di settembre, e ciò in quanto presso questo posto avviene la produzione del Sagrantino di Montefalco e il Montefalco Rosso, due vini molto conosciuti a livello nazionale.

Questo borgo sorge in provincia di Perugia, e nelle zone circostanti sarà possibile fare delle bellissime passeggiate durante le quali si potranno osservare alcune delle meraviglie locali della zona, tra cui citiamo la cinta muraria e le sue famosissime porte e la torre del Verziere.

Barolo in Piemonte

Barolo è collocato in provincia di Cuneo, e anche questo posto è noto e conosciuto a causa della sua intensa produzione di vini.

La langa del Barolo è infatti annoverata tra i patrimoni dell’umanità.

Questo posto diventa ancora più suggestivo ed interessante in autunno, e qualora decidessi di recarti in questa zona potrai visitare il bellissimo castello di Barolo, dove potrai entrare nella biblioteca di Silvio Pellico ed esplorare le bellezze del museo delle contadinerie.

Inoltre, potrai aderire ad un’iniziativa molto particolare, nota come “strada del vino”, grazie alla quale potrai assaggiare i vini prodotti della zona, assaporandone gusto e sapore.

Santa Maddalena in Trentino-Alto Adige

Questo borgo piccolissimo, che attualmente conta solamente 370 abitanti, è collocato presso una zona montuosa che si trova a circa 1.339 metri sopra il livello del mare.

Il nome del borgo è dovuto all’attrazione principale, ovvero la chiesa di Santa Maddalena, che secondo quanto narrato da una vecchia leggenda, venne edificata in questa zona poiché tramite le acque del Rio Fopal, giunse in questo luogo un dipinto sacro che raffigurava questa santa.

La bellezza della chiesa e del borgo viene incastonata in uno sfondo spettacolare contornato dalla presenza delle Dolomiti.

Livigno in Lombardia

L’ultimo borgo che stiamo per descriverti si trova in prossimità della Svizzera.

Il piccolo borgo di Livigno, sito in Lombardia, permette di raggiungere il bellissimo parco nazionale dello Stelvio, dentro al quale sarà possibile ammirare una vegetazione molto rigogliosa ed incontaminata, e scorgere bellissimi animali tra cui citiamo ermellini, stambecchi e più raramente aquile.

Questo paradiso naturale, che risulta essere stupefacente in ogni periodo dell’anno, assumerà dei contorni ancora più speciali durante l’autunno, che ne saprà cogliere ed esaltare le caratteristiche, esponendo e ravvivando i colori tipici della natura dei mesi più belli dell’anno.