Seduzione

Cosa fare a Riccione in inverno?

Chi l’ha detto che Riccione merita di essere visitata solo in estate? Anche durante la stagione invernale si può andare alla scoperta delle meraviglie della località romagnola, grazie a un vasto assortimento di proposte e di attività che non faranno rimpiangere le spiagge e il mare. Ecco, dunque, cosa fare a Riccione quando il termometro si avvicina allo zero.

La Valconca

Per una gita culturale e gastronomica, si può visitare la Valconca, che si estende proprio dietro Riccione: questa valle, così chiamata perché percorsa dal fiume Conca, si sviluppa in una zona collinare che è costellata di borghi medievali decisamente suggestivi, retaggio dei tempi delle Signorie che comandavano sull’Italia centrale. Basti menzionare, tra gli altri, Gemmano e Montegridolfo, ma anche Morciano e San Giovanni in Marignano, sede di una Festa delle Streghe a dir poco particolare. Non solo: qui si trova anche il Teatro Massari, apprezzato non solo per il suo stile architettonico, ma anche per la sua storia. Si tratta, infatti, del teatro più antico di tutta la provincia di Rimini e del terzo più antico di tutta la Romagna. La sua edificazione risale agli anni Venti del XIX secolo, anche se si ritiene che le mura facciano parte del perimetro antico delle mura malatestiane. Durante una gita invernale, si può sperare di giungere al Teatro Massari (intitolato ad Augusto Massari, l’autore dell’inno della Repubblica di San Marino) in occasione di un concerto, di uno spettacolo o di una convention.

Shopping a Riccione

Volendo, poi, si può visitare Riccione in inverno anche per fare shopping. In questo modo si approfitta della bassissima stagione per trovare sistemazioni in albergo a basso costo e in più passeggiare tra le boutique di Viale Ceccarini senza dover fare i conti con la confusione e la folla tipiche della stagione estiva. Il viale, comunque, merita di essere percorso anche se non si è intenzionati a fare acquisti: è, infatti, un pezzo di storia della Romagna. A partire dal palazzo bianco dell’Ospedale Ceccarini, si cammina lungo il viale alberato passando accanto al parco intitolato a Papa Giovanni Paolo II, per poi superare la ferrovia e giungere sulla via dei negozi. Proseguendo, si raggiunge il lungomare, dove svetta il bianco di Villa Mussolini. E a questo punto perché fermarsi? Tanto vale continuare fino alla spiaggia, per osservare e vivere la poesia del… mare d’inverno.

Infine, vale la pena di segnare in agenda il tragitto del bus 11, che va dalla stazione di Rimini al lungomare di Riccione passando per tutte le spiagge del litorale. In una giornata di sole invernale, un percorso di questo tipo è decisamente suggestivo, anche perché permette di conoscere la zona del Marano e quella delle vecchie colonie abbandonate, dove un tempo trascorrevano le vacanze i figli degli operai della Lombardia e del Nord Italia in generale. Insomma, per chi si trova a Riccione sarebbe un peccato non fare tappa nella vicina Rimini, anche solo per scoprire il suo centro storico, il Ponte di Tiberio o l’Arco d’Augusto, ma anche il Museo della Città e la Domus del Chirurgo, con i suoi pavimenti in mosaico risalenti a circa due millenni fa.