Seduzione

Quando la carpenteria non perde il passo con il tempo

L’industria non è mai statica: il flusso di lavorazioni è costante e costante la ricerca verso nuove soluzioni e lavorazioni, perfezionamenti di un processo produttivo che sin dalla rivoluzione dettata dal carbone e dalle prime macchine non ha mai cessato di crescere la sua evoluzione al fianco dei mutamenti sociali ed economici.

Per questi motivi le aziende storiche lo sono ancora se storica è rimasta la memoria, ma la capacità di progredire, mutare, adeguarsi ai cambiamenti dei tempi, adeguarsi ai mercati ed alle nuove richieste non hanno smorzato lo spirito pionieristico come nel caso dell’azienda che incontrerete sul portale www.donatigiovanni.it.

In ambito di carpenteria questa azienda si esprime nella tipicità del suo territorio d’appartenenza, la Lombardia, area produttiva importante, da sempre in grado di proporsi sul mercato con innovazioni e nuove concezioni imprenditoriali.
dal 1972 Donati Giovanni ha impostato la sua etica aziendale nel pieno rispetto di un’imprenditorialità da quell’anno, sino ai giorni nostri, in grado di recepire le aspettative del mercato in ambito di lavorazione delle lamiere, quindi nel settore della carpenteria leggera, pronta ad adeguarsi alle mutevoli necessità di una società sempre in costante ‘progress’, per questo motivo sicuramente leader del suo settore anche nel futuro.

La carpenteria leggera nel settore delle lavorazioni delle lamiere, prevede una gamma di produzione per questa azienda che va dalla lavorazione della materia prima (laminati in diversi materiali e metalli), trasformati per essere al servizio oggi sia dell’industria high-tech, come le classiche ‘case’ per i personal computer, sia per le industrie assemblatrici di macchine a controllo numerico.

Non solo lamiere per le macchine, ma anche per le cabine di isolamento acustico, un fondamentale settore di protezione richiesto e voluto dalle discipline in ambito di sicurezza e prevenzione delle malattie professionali, cabine isolate acusticamente per abbattere la rumorosità proprio delle macchine operatrici.

Sul portale dell’azienda, www.donatigiovanni.it, è ben chiara la politica di supporto dello staff ai clienti: il progetto ideato diviene elaborazione sia tecnica che stilistica da parte dello staff tecnico donati, un team pronto a considerare assieme al cliente ogni potenzialità dell’idea sviluppandola in termini esperienziali innanzitutto dal punto di vista pratico, legislativo se previsto in ambiti di lavorazioni industriali (nello specifico le macchine a controllo numerico), poi anche dal punto di vista del design per una società che nell’estetica trova anche ispirazione di marketing.

Ciò è fondamentale soprattutto nel settore della componentistica high-tech, le ‘case’ per personal computer, qui sviluppate e ideate assieme al cliente per far sì che non siano anonimi contenitori metallici per schede ed hardwares, ma dotate di una personalità e di un design accattivante e moderno.

La filiera quindi nasce dalle fasi progettuali, utilizzando moderni sistemi di sviluppo grafico CAD (computer aided design), per poi sviluppare l’idea attraverso un’analisa tecnica e progettuale dei materiali, puntando all’affidabilità ed alla durata nel tempo, costruendo prima un prototipo sul quale elaborare modifiche prima della customizzazione del prodotto e della conseguente produzione in serie (in questa fase i processi di verniciatura, zincatura, protezione esterna sono di altissima qualità), sino alla consegna in tempi rapidi e pronti a divenire nuovi brand in grado di essere da subito competitivi nel nuovo mercato industriale.