le differenze tra i conto corrente
Finanza

Conti correnti: tutto quello che c’è da sapere

Per moltissime persone è ormai all’ordine del giorno iniziare un rapporto di trattativa con la banca. Il mezzo più utilizzato è senza dubbio il conto corrente in quanto risulta essere uno strumento molto utile per depositare i propri risparmi.

Aprire un deposito aiuta a gestire e ad amministrare in maniera più corretta l’intero denaro monitorando sia le entrate che le uscite finanziarie. Per questi motivi viene ormai utilizzato da chiunque per accreditare il proprio stipendio oppure per investire sul mercato finanziario la cifra posseduta.

I migliori vantaggi offerti dai diversi conti correnti

I vantaggi che offre un conto corrente sono molteplici. Tra i primi è impossibile non prendere in considerazione il fatto che questo deposito permette di non dover tenere denaro contante in casa rischiando di mettere a repentaglio l’intero gruzzolo. Potrebbe capitare infatti che il denaro possa essere derubato, andare perduto o rovinarsi con il passare del tempo e non essere così più utilizzabile.

Disporre di questo strumento finanziario inoltre contribuisce al godimento di numerosi benefici. Il conto corrente è infatti molto utile per ricevere o versare bonifici verso qualsiasi altro deposito con l’importo della somma che più si preferisce.

È possibile anche far accreditare il proprio stipendio o la pensione direttamente nel conto e con una semplice carta, che viene rilasciata direttamente dalla banca, si potrà prelevare denaro o pagare direttamente sui più svariati negozi.

Il saldo residuo rimanente nel deposito potrà essere visionato ogni volta che si desidera direttamente sulla home banking, acceduto al sito online della banca o dalla sua applicazione istallata sui dispositivi elettronici.

I vari tipi di conto corrente

Le tipologie cui è possibile optare al momento dell’apertura di un conto corrente sono davvero molteplici e sono in grado di soddisfare qualsiasi esigenza. Tra i vari depositi più utilizzati e comuni possiamo trovare:

  • Conto privato: si tratta di un vero e proprio deposito personale. Viene infatti utilizzato solo da colui che ha realmente bisogno di depositare soldi e questo può farlo in maniera semplice e rapida;
  • Conto famiglia: è possibile fra le varie opzioni, valutare l’idea di aprire un deposito mettendo insieme in un unico deposito i risparmi o gli stipendi dell’intera famiglia. Diventa così una sorta di salvadanaio in cui ogni componente potrà accedere e decidere di utilizzare l’importo che desidera per vari investimenti futuri;
  • Conto per pensionati: sono dei semplici depositi che vengono dati esclusivamente agli anziani per accreditare in maniera più facile e sicura la propria pensione. Nella maggior parte dei casi le banche sono in grado di offrire soluzioni semplici e con un ridotto tassi di interessi;
  • Conto per studenti: in questo caso gli studenti possono beneficiare di conti realizzati su loro misura per disporre ed utilizzare come meglio credono i loro soldi. Anche in questo caso sono previste particolare agevolazioni vista la fascia d’età.
  • Conto corrente aziendale: le diverse imprese per svolgere le loro operazioni di tutti i giorni devono necessariamente essere dotare di un conto corrente. In questo caso per le aziende sono previste diverse possibilità come l’intestazione dello stesso di diversi intestatari che possono compiere le diverse azioni finanziarie a nome dell’impresa. I costi di questi conti sono più alti rispetto alle altre forme.
  • Conto corrente protestati: in Italia non vi è una norma che impedisce alla persone protestata di aprire un conto corrente. Naturalmente la decisione spetta unicamente alla banca cui ci si rivolge in quanto in loro principale obiettivo è tutelare i propri interessi ma solo molti i casi in cui questi istituti finanziari hanno deciso di concedere l’apertura del conto anche ai protestati.

Il conto corrente bancario è così diventato con il corso del tempo uno strumento indispensabile per la gestione sia ordinaria che straordinaria del proprio denaro.