Casa e immobiliare

Lavatrici elettroniche contro lavatrici meccaniche: quali differenze

Se state pensando di cambiare la vostra vecchia lavatrice meccanica, leggete attentamente questa guida. Forse vi trovate bene e pensate di scegliere di nuovo lo stesso modello, ma dovreste invece valutare l’idea di passare all’uso delle lavatrici elettroniche. A parte il fatto che quelle meccaniche sono quasi sparite dal mercato, ci sono delle funzionalità e delle caratteristiche di quelle elettroniche che potrebbero soddisfare le vostre esigenze. Vediamole.

Qual è la differenza tra i due modelli

Le innovazioni tecnologiche, nel campo dei consumi al dettaglio, non si fermano mai, e il settore delle lavatrici non fa di certo eccezione. IN pochi anni si sono viste molte innovazioni, soprattutto nel passaggio tra il meccanico e l’elettrico. Questo vale anche per i modelli di lavatrici.
Se fino a poco tempo fa i modelli erano tutti meccanici, oggi giorno si fa fatica a trovarne uno. Oltre alla scarsità di pezzi di ricambio e alla vetustà di questi modelli, ci sono diverse caratteristiche per le quali conviene sostituire un vecchio modello con uno di recente generazione che abbia anche un dislpay a LED, come ad esempio quelli delle lavatrici Daya.

Il funzionamento dei modelli meccanici: perché è superato

Come funzionava il vecchio modello meccanico? È bene specificarlo per far comprendere di quanto si andato avanti il settore e per quale motivo convenga orientarsi su modelli elettronici.
A caratterizzare i modelli meccanici erano gli ingranaggi. Ad ogni fase di lavaggio corrispondeva il classico spostamento in avanti della rotella montata sulla faccia della lavatrice. Allo stesso modo per programmare il lavaggio si doveva ruotare la manopola fino a farla posizionare in corrispondenza del ciclo prescelto. Una delle possibilità con questo sistema era quella di poter aprire l’oblò della lavatrice per aggiungere un capo anche durante il lavaggio stesso, cosa che con i modelli elettronici non è possibile.

La scheda elettronica e il pannello LED

Nelle lavatrici con scheda e LED, c’è invece un circuito elettronico che regola tutte le fasi del lavaggio in maniera ottimale. Mentre prima dovevamo essere noi a scegliere il tipo di lavaggi in base ai capi, adesso è la lavatrice che stabilisce quali siano le condizioni migliori per lavare al meglio.
Questo rende le lavatrici elettroniche perfette anche per lemassaie meno esperte, perché sarà lo stesso elettrodomestico a ‘sapere’, grazie alle impostazioni sulla scheda, quale sia il programma migliore e la temperatura ideale per ogni capo.
Grazie al pannello a LED, l’utente è in grado di interagire con la lavatrice e seguire passo passo tutti i cicli, utilizzando funzioni utilissime come quella del timer che permette di far partire la lavatrice ad un’ora stabilita. Questa è un’altra funzione perfetta per le donne che lavorano e che non hanno tempo di fare la lavatrice ogni giorno o che, al contrario, non vogliono passare il fine settimana con le faccende di casa.

Un ultimo suggerimento è quello che vi diamo per distinguere una lavatrice meccanica da una elettronica. Potrebbero esserci dei modelli relativamente recenti di lavatrici meccaniche e modelli vecchi di quelle elettroniche che si somigliano. Questo è vero pe ri modelli elettronici che montano ancora la manopola. Per sapere quale modello avete in casa, guardate proprio la manopola: se gira solo in senso orario, il modello è meccanico; se gira in entrambi i sensi allora avete un modello elettronico.