Cibo e nutrizione

Una nuova applicazione per evitare gli sprechi di cibo

Al giorno d’oggi sono molte le occasioni in cui il cibo non viene apprezzato e viene sprecato, e ciò comporta non solo una grande perdita di risorse, ma spese inutili che potrebbero tranquillamente essere evitate.

Oggi nascono tantissime applicazioni che hanno lo scopo di divulgare delle informazioni e si pongono l’obiettivo di creare una rete di comunicazione tra i produttori e consumatori, in modo da evitare lo spreco di alimenti, e qualora essi vengano prodotti con eccedenza, verrà attuato un servizio a favore di tutti, anche di chi si trova in situazioni di disagio e di bisogno.

Applicazioni in grado di salvare la vita dei meno fortunati

Lo smartphone è uno degli strumenti che adoperiamo di più nel corso della nostra vita, e quindi è proprio su questo strumento che vengono promosse alcune campagne che hanno l’intento di condividere il cibo mettendo in comunicazione chi lo offre con chi ne ha bisogno, in modo da evitare sprechi e aiutare anche i meno fortunati.

Di seguito citeremo le principali applicazioni che si prefiggono tali scopi, e che potrai consultare al fine di evitare inutili sprechi nel settore alimentare.

LMSC: Last Minute Sotto Casa

Questa applicazione promuove un social market e collega i consumatori ai negozi alimentari siti presso le loro abitazioni. Grazie a questo servizio, si potranno ricevere sul proprio smartphone tutte le offerte del cibo presente in eccedenza presso questi negozianti, e si verrà avvisati tramite una notifica sull’applicazione.

To good to go

Una delle più importanti applicazioni in questo settore, che se fa sì che ristoranti, negozi e supermercati, possano mettere in vendita dei prodotti in eccedenza o dalla scadenza immediata a prezzi davvero scontati. Coloro che si mostreranno interessati a questa offerta, potranno prenotare il cibo e passare a ritirarlo direttamente in negozio.

Myfoody

Anche questa funzione è analoga alle altre citate sopra, però è riservata solamente ai supermercati e ai clienti, attraverso la vendita di prodotti dalla scadenza ravvicinata.

Bring the food

Aiuta le piccole aziende a organizzare e a smaltire il proprio cibo, puntando su interventi di volontariato e facendo leva sulla campagna intenta a ridurre il numero dei rifiuti alimentari.

Avanzi Popolo

Si tratta di un sito che mette in contatto le strutture che producono e consumano il cibo, come ad esempio le famiglie ma anche i ristoratori e i supermercati, con comunità e luoghi di bisogno, che si occuperanno di raccogliere questo cibo e distribuirlo, in modo da aiutare i meno fortunati e ridurre tutti gli episodi legati allo spreco delle risorse alimentari.

Perché scegliere di ricorrere a queste applicazioni

Queste applicazioni da poco presenti sul mercato permettono di rispondere attivamente ad un problema molto serio che coinvolge tutto il settore di produzione e di vendita delle risorse alimentari.

Questa idea è nata in Danimarca, e si è diffusa successivamente in tutti i paesi europea.

Essa ha come fine quello di evitare lo spreco di risorse alimentari, poiché si tratta di cibo che risulta essere idoneo alla consumazione.

Sono sempre di più le attività che giornalmente decidono di ricorrere a questo metodo, tra cui tantissimi negozi alimentari ma anche ristoranti, pizzerie e panetterie che si ritrovano ad avere molti prodotti freschi invenduti, che decidono di svendere in modo che tutti li possano acquistare.

Esistono diversi motivi per cui conviene aderire a queste campagne, tra cui il vantaggio economico, la leva pubblicitaria e l’instaurazione di rapporti di fiducia che potrebbero venire a svilupparsi con piccoli negozietti siti nei pressi della propria abitazione.

In alcuni casi vengono messe a disposizione dei clienti anche delle box che spesso non risultano essere personalizzabili, ma che contengono più alimenti in modo da poter consumare un pasto completo ad una spesa davvero contenuta e con prodotti di alta qualità.