Sport e tempo libero

Fare una scampagnata in fat bike

Sicuramente una lunga passeggiata a piedi o una piacevole pedalata in sella alla propria bici può essere un’idea sana e genuina, permettendo al proprio corpo di respirare e bruciare calorie.

In questo modo inoltre l’impatto ambientale sarebbe decisamente minore rispetto all’utilizzo di un’automobile.

Di biciclette ne esistono varie tipologie, ognuna con scopi e utilizzi diversi.

Oggi ci soffermeremo in particolare sulle fat bike elettriche e su come usarle per godersi un pò di relax.

Fat bike

Il nome fat sta indicare delle dimensioni più importanti rispetto a una bici classica.

Questa mountain bike infatti ha dei copertoni che possono andare dai 3,8 pollici in su, mentre i cerchi partono da 2,6 pollici fino ad aumentare la propria stazza. Essa dispone inoltre di ruote dalla massima aderenza.

Anche il telaio si adatta al maggior volume del mezzo, consentendo così al ciclista di affrontare terreni molto impegnativi, che siano fangosi, innevati o con altri tipi di attrito.

Le fat bike prediligono per l’appunto le strade più tortuose, dalla sabbia alla neve, garantendo affidabilità e sicurezza alla guida.

Elettrica è meglio

Una fat bike elettrica può dare ulteriori garanzie al pedalatore, permettendo di salire le strade piene di neve o le discese più pericolose.

Questo grazie a un sistema molto all’avanguardia chiamato pedalata assistita, con la presenza di un motore alimentato tramite corrente elettrica.

La sicurezza così aumenta, pedalando in totale tranquillità.

La migliore bici per le scampagnate

Le fat bike sono i migliori mezzi a pedali per godersi i piaceri della natura in tantissimi luoghi.

Grazie alla sua resistenza e potenza il possessore potrà esplorare e scoprire sempre nuovi siti.

Dove usarla

Una bici elettrica fat bike può essere guidata in qualunque luogo si desideri.

Molti potrebbero pensare che si adatti solo in luoghi impegnativi come quelli di montagna, ma non è così.

E’ infatti possibile portare la propria bici anche in centri urbani, assicurando al conducente una guida comoda e pratica.

La sua versatilità ne deriva infatti sempre alte vendite e gradimenti.

Gite in montagna

La maggior parte delle persone che decidono di acquistare una fat bike prediligono il suo utilizzo in luoghi di montagna, per godersi la bellezza dei boschi ricoperti di neve.

Questo fenomeno si sta sviluppando anche in Italia, in particolar modo nel nord della penisola.

Qui infatti le località montane non si fanno certo mancare, potendo scegliere tantissimi percorsi diversi dove fare una bel giro in sella alla propria fat bike elettrica.

Luoghi famosi come Livigno, Bormio e Santa Caterina Valfurva dispongono di un servizio a noleggio, con i prezzi proporzionali alla lunghezza del viaggio e alla presenza di una guida.

Prima di iniziare a pedalare è bene chiedere ogni delucidazione ai proprietari delle biciclette.

Generalmente i percorsi prediletti dai ciclisti in montagna sono gli stessi che vengono intrapresi dai pedoni che utilizzano le ciaspole.

Gite sulla sabbia

Per chi è in vacanza al mare o per chi semplicemente vi abita vicino, la fat bike può essere una scelta azzeccata.

Oltre alla classica passeggiata di fianco alla riva, grazie a queste versatili biciclette è possibile percorrere tutti i chilometri che si desidera in totale sicurezza, godendosi lo splendido paesaggio.

Un consiglio è quello di accertarsi delle condizioni generali del proprio mezzo.

La sabbia può entrare ovunque, causando attrito e affaticando non poco il conducente.

Quest’ultimo inoltre passerà molto tempo sul sellino, è bene dunque utilizzare il più comodo possibile al fine di non avvertire dolori durante la scampagnata.