Duomo di Lecce
Arte e Cultura

Lecce, la perla barocca del sud Italia

Lecce è una bellissima città della Puglia oltre che una delle città più visitate di tutto il Sud Italia. Il centro storico di Lecce è caratterizzato dallo stile barocco che nel tempo è diventato un vero e proprio laboratorio di lavorazione della “pietra leccese”, una pietra calcarea particolare e affascinante.

Meta perfetta per l’estate e l’inverno grazie al suo clima temperato piacevole è una città che si può scoprire a piedi, con un centro storico pedonale ricco di storia e di attrazioni da visitare. Grazie alla sua vicinanza al mare, durante il periodo estivo potrete fare base a Lecce per godervi il meglio delle spiagge della Puglia, l’enogastronomia locale e le bellezze del suo centro storico. Potrete visitarla in inverno o in autunno e perdervi tra le sue strade di pietra e monumenti. In estate potrete, invece, immergervi nelle sue meravigliose acque del mare scegliendo tra il mare Adriatico e lo Ionio.

 

Duomo di Lecce

La Cattedrale di Santa Maria Assunta è una tappa obbligata per chiunque visiti Lecce, fu costruita a partire dal 1659 dall’architetto Giuseppe Zimbalo il quale ha rivisitato in profondità l’edificio precedente, donando alla cattedrale quel tocco di “barocco leccese” presente in tutta l’architettura religiosa della città. Incantevole il dettaglio delle due facciate: quella principale è quella a sinistra dell’Episcopio, palazzo arcivescovile settecentesco mentre la secondaria guarda al centro della piazza. Anche il campanile è opera dell’ architetto leccese. Alta più di settanta metri è sormontata da una cupola maiolicata sulla quale è posta una statua in ferro raffigurante Sant’ Oronzo, il santo patrono della città a cui è dedicata una delle piazze principali della città. La Cattedrale possiede al suo interno anche una bellissima cripta risalente al XII secolo.

 

Basilica di Santa Croce

La Basilica di Santa Croce situata nel pieno del centro storico di Lecce rappresenta, insieme all’ex convento dei Celestini, la più alta manifestazione del barocco leccese.

All’interno , dal soffitto a cassettoni della navata centrale agli altari e agli affreschi, tutto testimonia la grandezza di questa basilica costruita tra il XVI e il XVII secolo. Decisivo il contributo di quattro grandi architetti locali che hanno contributo alla realizzazione tra cui il già citato Zimbalo. La facciata della Basilica si contraddistingue per la sua esuberanza dato che, al fianco di figure sacre e angeliche, si possono trovare raffigurazioni umane e bestiali.

 

Anfiteatro Romano

L’Anfiteatro si trova in Piazza Sant’Oronzo, venne alla luce all’inizio del ‘900 durante la costruzione del palazzo della Banca d’Italia ed era luogo riservato a lotte tra gladiatori e animali. Questo sito archeologico sembra essere stato costruito durante l’età augustea per poi essere successivamente restaurato in seguito. La costruzione risulta scavata in buona parte nel tufo e arene e gradinate sono divise da un muro riportante scende di combattimento. Sotto le gradinate troviamo infine due corridoi che consentivano l’accesso e il deflusso del pubblico all’interno dell’arena.

Durante il periodo natalizio viene spesso realizzato al suo interno un suggestivo presepe che si può ammirare affacciandosi dall’alto.

 

Castello di Carlo V

Progettato dall’architetto reale Gian Giacomo dell’Acaya, il Castello fu fortemente voluto da Carlo V d’Asburgo per difendere la città di Lecce dai pericoli che provengono dall’altra sponda dell’Adriatico. La nuova costruzione cambiò radicalmente l’aspetto medievale della fortezza, le cui tracce sono ancora visibili nelle due torri superstiti (“Torre Maestra ” e “Torre Mozza”) e nelle gallerie sotterranee oggetto di intensi scavi archeologici.

Oggi si può partecipare a mostre, spettacoli e convegni, oltre ad essere la sede dell’Assessorato alla Cultura.

 

Le spiagge di Lecce

 

Se visiti Lecce durante l’estate non perderti le sue meravigliose spiagge. Lecce è praticamente a metà strada tra lo Ionio e l’Adriatico. I due versanti costieri distano pochi chilometri in macchina e questo ti dà la possibilità di fare il bagno ogni giorno in un luogo diverso.

 

Ci sono così tante spiagge che ci vuole molto tempo per godersele tutte: Punta Prosciutto a Porto San Cesareo e Baia Verde a Gallipoli sono tra le più famose della costa ionica. Vale invece la pena visitare anche la spiaggia di Torre dell’Orso e i laghi Alimini nei pressi dei laghi di Otranto.

Visita obbligata anche a Roca dove potrete fare un tuffo nella meravigliosa grotta della Poesia, un’ insenatura naturale apertasi nella roccia che ti lascerà a bocca aperta.