cuocere al vapore
Cibo e nutrizione

La salute in cucina: quando cuocere al vapore può migliorare la vita

Nel quartiere in cui risiedo è stato inaugurato, da poco tempo, un nuovo e moderno centro commerciale, all’interno del quale c’è un grandissimo store alimentare, molte attività commerciali, uffici, appartamenti e un moderno centro medico che offre la possibilità di effettuare varie indagini diagnostiche utilizzando macchinari tecnologicamente avanzati, consulti e visite mediche con affermati specialisti del settore.

È proprio in questo centro commerciale, mentre ero in fila alla cassa dello store alimentare, dopo circa trenta anni, ho incontrato Fabio, un mio vecchio compagno del liceo.

La mia esperienza: mettetevi comodi!

Immaginate la commozione e la gioia nel rivedere un vecchio amico e compagno con il quale, evidenziando il fatto che a quei tempi eravamo dei ragazzi spensierati, si è non solo condivisa una parte della carriera scolastica, ma anche tante giornate di goliardica allegria.

Dopo un affettuoso e amichevole abbraccio, usciti dallo store, ci siamo recati presso l’adiacente bar per assaporare un buon caffè e per raccontarci le vicissitudini vissute dopo il liceo.

Si, perché dal giorno dei festeggiamenti per la superata prova di maturità io e Fabio non ci eravamo più visti poiché ci recammo in vacanza in località differenti e, soprattutto, perché frequentammo il corso universitario in città diverse. Io laureato in ingegneria civile mentre Fabio in medicina, specializzato in nutrizione.

In virtù di questa sua professione, Fabio si era trasferito a Firenze, ma da sempre intenzionato a ritornare a vivere ed esercitare nella nostra città natale. Il centro medico nel nuovo centro commerciale è stata quindi l’occasione giusta, perché Fabio si è trasferito ed esercita proprio in questo nuovo studio medico.

Mentre parlavamo, da buon specialista, Fabio notò il mio “contenuto” sovrappeso, e con l’ironia e simpatia che lo ha da sempre contraddistinto, mi proferì il suo biglietto da visita invitandomi a contattarlo per fissare un appuntamento al fine di seguire un programma alimentare per eliminare i chilogrammi in eccesso.

Chiaramente, con la stessa ironia e simpatia mi sono prestato a rispondere che di certo sarei andato a trovarlo presso il suo studio e che, da buon ingegnere civile, responsabile della sicurezza presso un noto organo statale, qualora avessi notato un non rispetto delle norme o delle deficienze in natura di sicurezza, avrei fatto immediatamente chiudere il centro. Raccolta armoniosamente la mia umoristica battuta, ci siamo calorosamente salutati.

Iniziai a curare il mio “sovrappeso”

La settimana successiva, chiamai Fabio e prontamente mi disse che mi avrebbe dedicato un paio di orette nel tardo pomeriggio dicendomi che ci teneva troppo alla mia salute e che dovevo fin da subito dimagrire.

Risposi che giorno e orario erano perfetti e ringraziando, e altrettanto prontamente, dissi a Fabio che avrei messo in campo tutta la mia esperienza di ingegnere proprio perché tenevo alla sua incolumità…ci siamo lasciati con una sonora risata.

Giunto nello studio, Fabio mi ha fatto accomodare, e da ottimo specialista quale è, ha iniziato a spiegare quanto è importante la giusta e sana alimentazione per la nostra salute, al fine di evitare ed allontanare quei rischi che molto spesso sono la causa dell’insorgere di malattie croniche.

Una corretta alimentazione si configura quindi come elemento cardine per l’equilibrio della salute dell’organismo ed è noto che i processi produttivi del sistema agro-alimentare moderno spesso non garantiscono negli alimenti un apporto sufficientemente equilibrato dei diversi elementi nutritivi essenziali per mantenere e regolare il benessere del nostro organismo. I piccoli disturbi dell’organismo possono infatti essere segnali di una alimentazione squilibrata. Per circa un’ora Fabio, o meglio, il Dottor Fabio, ha elargito nozioni circa la cucina e la salute, per poi dirmi: ti farò dimagrire al vapore, anche grazie ai consigli di www.lavaporiera.it!

Stupito da tale affermazione, chiesi lui il significato di tale affermazione e Fabio mi ha illustrato i benefici della cottura di cibi con la tecnica del vapore.

La vaporiera: che cosa c’è di tanto speciale?

Utilizzando la tecnica della cottura a vapore è possibile concedersi un buon piatto di verdure e di pesce senza dover rinunciare al piacere della buona tavola. Ricordiamoci che le verdure al vapore sono ottimali non solo per le diete dimagranti, ma anche per mantenersi giovani e in forma. Anche le carni magre come il pollo o il pesce grasso come il salmone vengono sublimati da questa cottura sana e semplice. Grazie all’azione del calore concentrato in un piccolo spazio i cibi non perdono assolutamente le loro proprietà nutritive, ma perdono essenzialmente il grasso in eccesso.

Il sapore del cibo rimane, con la cottura a vapore, rimane inalterato e si riesce ad apprezzare appieno, questo è uno dei benefici di tale cottura. Il risultato sarà, dunque, quello di avere delle verdure o della carne cotta in modo sano e dal sapore autentico e genuino. Un’altra caratteristica della cottura a vapore è che mantiene inalterata la struttura dei cibi. Ciò significa che le verdure, in particolare, non diventeranno troppo morbide come succede ad esempio se cotte in padella. Caratteristica del vapore è quella di riuscire a cuocere il cibo da dentro in modo uniforme senza alterarne la struttura.
Altro vantaggio del cucinare a vapore lo riscontriamo nella straordinaria capacità di trattenere le vitamine e i sali minerali. Ciò non accade se si cuociono le verdure in acqua perché tutti gli elementi nutritivi si disperdono nell’acqua stessa. Con il vapore, invece, tutte le sostanze vengono conservate all’interno dei cibi e si perdono in una minima parte.

La tecnica di cottura

Per questo tipo di cottura risulta essere alquanto ottima la vaporiera. Ulteriore vantaggio di questa tecnica culinaria, lo riscontriamo nel cucinare i cibi grassi, poiché grazie all’azione del vapore, questi si sciolgono e si depositano nell’acqua di ebollizione. Di conseguenza è il cibo risulterà più digeribile e meno calorico.

Utilizzando questa tecnica di cottura, si può facilmente controllare il grado di cottura dei cibi ed è possibile cuocere contemporaneamente, all’interno del medesimo cestello, verdure di natura e qualità differenti, ma aventi tempi di cottura simili. Si può anche cucinare riducendo al minimo l’utilizzo del sale, cosi da esaltare maggiormente i profumi e i sapori dei cibi, utilizzando, una volta cotte, spezie, aromi e olio di oliva.

I sapori quindi saranno al quanto naturali perché, durante la cottura a vapore, non si formano sostanze nocive derivate dalla cottura stessa, come avviene durante classica frittura.