cosa vedere a berlino
Turismo

Cosa vedere a Berlino: percorso a piedi nella capitale tedesca

Berlino è una capitale europea dalle mille sfaccettature, probabilmente più di ogni altra. Una città unica nel suo genere, segnata in modo indelebile e profondissimo dagli eventi del secolo scorso. Eppure, al contrario di quanto ci si potesse immaginare, Berlino ha trovato (ancora una volta) il modo per risorgere dalle ceneri e diventare qualcosa di unico e inimitabile. L’incontro perfetto tra un passato travagliato e un futuro pieno di aspettative e modernità, in una atmosfera che si trova anch’essa a metà strada tra la metropoli caotica e un angolo di paradisiaco relax.
Ma quando la scegliamo quale meta delle nostre vacanze, cosa vedere a Berlino assolutamente? Quali sono i luoghi-simbolo della città che ci possono raccontare la sua essenza e la sua anima senza troppe spiegazioni? Ecco un percorso da fare a piedi in poche ore per scoprire le principali attrazioni.

Cosa vedere a Berlino

Senza ombra di dubbio il monumento più simbolico e iconico della città. Un’antica porta che, un tempo, costituiva effettivamente l’accesso più trionfale a Berlino. La Porta di Brandeburgo, inoltre, si trova proprio alla fine di Unter den Linden. Quest’ultimo è un viale alberato dai caratteristici tigli che gli danno il nome ed è una delle principali arterie turistiche di Berlino.

Cosa vedere a Berlino lungo Unter den Linden è pressoché impossibile da riassumere in poche righe. Partendo dalla Porta di Brandeburgo si può percorrere tutta Unter den Linden passando davanti all’università Humboldt (dove ha studiato, per citarne solo uno, Albert Einstein), ma anche Bebelplatz, la piazza in cui avvenne il rogo dei libri in epoca nazista. Seguono poi diversi palazzi ed edifici storici affascinanti e maestosi, fino ad arrivare al ponte del castello. Subito dopo troviamo infatti il Castello di Berlino.

Il Castello di Berlino si trova sull’Isola dei Musei. Questa vera e propria isoletta nel bel mezzo del fiume Sprea ospita i musei più importanti di Berlino. La potete ammirare anche tramite battello, magari nel corso di una piacevole crociera fluviale. Se avete del tempo a dispozione, non perdete per niente al mondo un giro nel museo di Pergamo, o nel Neues e Alte Museum.

Alle spalle del Castello, poi, troviamo il Duomo di Berlino. Questa è la chiesa più importante della capitale tedesca e nei suoi sotterranei ospita anche le meravigliose cripte della famiglia reale degli Hohenzollern. Proseguendo in una linea immaginaria verso est, troviamo Alexanderplatz. In realtà, il percorso da Alexanderplatz alla Porta di Brandeburgo (e viceversa) costituisce uno dei principali e più gettonati percorsi per visitare Berlino a piedi.

A sua volta, Alexanderplatz è una piazza importantissima che sicuramente vi troverete a visitare per forza, dal momento che qui si trova anche una stazione cruciale. Lo snodo di Alexanderplatz è quello che i turisti utilizzano più spesso per spostarsi nelle diverse zone della città, ma i dintorni non sono da meno. In questa piazza dedicata allo zar Alessandro I troviamo infatti il Municipio Rosso, la fontana del Dio Nettuno e la chiesa di Santa Maria (St. Marienkirche).

E come riuscire a ignorare la Torre della Televisione di Berlino, che svetta proprio da Alexanderplatz? Questa torre, costruita durante il periodo della DDR, aveva non solo l’ovvia funzione di trasmettere più canali televisivi e radiofonici, ma anche di dare prova della tecnologia sovietica. Un’altra attrazione da annoverare tra le cose da vedere a Berlino che vi lasceranno affascinati, soprattutto se deciderete di visitarla e arrivare fino in cima. Lì troverete un singolare ristorante panoramico che, ogni sessanta minuti, fa un giro completo su se stesso, dandovi l’opportunità di ammirare l’intera capitale tedesca dall’alto.

Infine, da Alexanderplatz vi potete agilmente spostare con i mezzi pubblici per arrivare al Muro di Berlino, cicatrice di decenni di divisione tra Berlino Est e Berlino Ovest. Oggi rappresenta la più grande e la più importante galleria d’arte moderna a cielo aperto grazie ai numerosi graffiti che lo ricoprono. L’East Side Gallery, questo il nome della “galleria”, è dove troverete le raffigurazioni entrate ormai nella cultura popolare, come per esempio il famoso “Bacio Fraterno” raffigurante il saluto tra i due leader socialisti.