Cibo e nutrizione

Gli effetti benefici della spirulina sull’organismo

La spirulina, nome scientifico Arthrospira platensis, è un’alga unicellulare azzurra caratterizzata da una forma allungata e stretta e generalmente poco più lunga di mezzo millimetro. E’ un prodotto davvero utile per la salute tant’è che è conosciuta come vero e proprio superfood, scopriamo meglio le sue proprietà e i suoi effetti benefici per il nostro organismo.

La spirulina: che cos’è e proprietà

La spirulina è un’alga azzurra ma dal colore verde scuro, colore che deriva direttamente dalla presenza di clorofilla. Vive nei laghi, predilige in particolare in quelli salati caratterizzati da acque alcaline e calde. Il nome vuole poi ricordare la forma originale dell’alga che somiglia proprio a una spirale, visibile però solo al microscopio. L’uso della spirulina in ambito alimentare è davvero antico e infatti sembra che venisse utilizzata già ai tempi dei Romani per l’alimentazione delle popolazioni africane. La spirulina era anche utilizzata nell’alimentazione dai precolombiani, tant’è che questa usanza venne riportata già dada Cortés dopo la sua conquista dell’impero Azteco all’inizio del ‘500. Non tutti sanno poi che il vero e proprio è avvenuto quando la NASA ha proposto di iniziare a coltivarla nello spazio e di farla utilizzare agli astronauti.

L’alga è molto ricca di proteine, lipidi e amminoacidi essenziali. Nello specifico le proprietà nutrizionali e terapeutiche della spirulina sono dovute a:

  • proteine con alto valore biologico: il beneficio delle proteine della spirulina è valutato in base alla presenza degli amminoacidi essenziali, quelli non prodotti dal nostro organismo in modo autonomo e quindi da dover introdurre con l’alimentazione. La spirulina è fondamentale in tal senso in quanto contiene tutti gli amminoacidi essenziali (Fenilalanina, Isoleucina, Leucina, Lisina, Metionina, Treonina, Triptofano, Valina);
  • carboidrati: sono presenti il glicogeno e il ramnosio;
  • sali minerali: magnesio, ferro, sodio, manganese, calcio, potassio e iodio;
  • acidi grassi essenziali: omega 3 e omega 6, utili per contrastare i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue;
  • vitamine: vitamina A, vitamina D, vitamina K e vitamina B.

I benefici dell’alga spirulina

La combinazione di questi elementi rende la spirulina un integratore o un alimento cosiddetto funzionale in questo è utile per prevenire o colmare ad esempio la carenza di vitamina B. Ha proprietà antiossidanti ed è anche utile per proteggere dai radicali liberi e dai danni che questi possono causare all’organismo e in particolare l’invecchiamento precoce, alcune forme tumorali, le malattie neurodegenerative e aterosclerotiche.

Quest’alga ha anche un bassissimo contenuto calorico e le proteine e le vitamine contenute le conferiscono proprietà tonificanti ed energizzanti. Arricchire la propria alimentazione con la spirulina aiuta anche a ridurre il senso di fame e grazie ai suoi elementi nutritivi è particolarmente indicata anche per le donne in gravidanza o in fase di allattamento.

Come assumere la spirulina

Indicativamente la dose massima è di circa 10-19 grammi al giorno, anche se la dose generalmente consigliata è pari a 10 grammi al giorno. Tale quantità è infatti sufficiente a coprire buona parte del fabbisogno quotidiano. Ovviamente l’assunzione di spirulina non è da considerare un pasto completo e quindi non va assunta come sostituto dei pasti. Solo se utilizzata per arricchire la propria alimentazione può risultare un valido aiuto nel ricoprire il fabbisogno giornaliero. La polvere di spirulina può essere diluita senza problemi in un bicchiere di acqua, di succo di frutta o di un composto liquido.

Controindicazioni all’assunzione dell’alga spirulina

Non vi sono controindicazioni particolari rispetto all’assunzione della spirulina, resta salva l’abitudine di assumerla nelle giuste dosi e modalità. Inizialmente va assunta gradualmente in dosi ridotte fino a quella consigliata dal proprio medico o da uno specialista in quanto il fisico deve comunque abituarsi un po’ alla volta alla concentrazione di proprietà presenti nell’alga. E’ sconsigliato l’utilizzo per chi soffre di malattie autoimmuni o per chi ha problemi di tiroide.