Bellezza

Impreziosire il proprio arredamento con quadri moderni e antichi

L’avvento della primavera porta con sé quel vento di cambiamento, di rinnovare non solo noi stessi ma soprattutto l’ambiente domestico.

Per fa ciò, non è necessario cambiare tutto l’arredo di casa ma puntare su quegli elementi decorativi come i quadri su telain grado di donare nuova vitalità all’abitazione.

Perché orientare la scelta verso i quadri

I quadri sono la soluzione ideale in quanto si adattano facilmente ad ogni contesto e riescono a conferire personalità a tutti gli spazi che possono apparire anonimi e trascurati.

Ovviamente bisogna compiere una scelta ponderata in quanto bisogna individuare il punto della stanza in grado di conferire la giusta importanza al quadro da voi scelto.

È inoltre importante valutare il ruolo della luce che può enfatizzare la presenza del quadro, facendo sì che la stanza sia caratterizzata da diverse sfumature in base ai momenti della giornata, dove la luce può avere intensità diversa.

Non dimenticate di prendere in considerazione anche tutti gli oggetti presenti nella stanza come tende, tappeti, mobili, sedie e sgabelli, in quanto ognuno di essi contribuisce alla personalità di un determinato ambiente e può arrivare ad incidere notevolmente sulla scelta finale.

Ecco qualche consiglio per arredare la vostra casa con quadri antichi e moderni ed ottenere un risultato sorprendente.

Calcolare attentamente gli spazi e le dimensioni dei quadri

Per far sì che il risultato raggiunto sia ottimale, è necessario che esso riesca ad attirare l’attenzione di chiunque lo osservi.

Se si possiede un quadro di dimensioni notevoli è consigliabile disporlo su una parete vasta senza contornarlo con altri dipinti, poiché in questo modo si andrebbe a generare confusione e nessuno dei quadri riuscirebbe ad ottenere l’attenzione che merita.

Se invece i quadri sono piccoli e di diverse dimensioni potrete giocare nel disporli a vostro piacimento, anche se posizionarli in maniera sfalsata potrebbe donare più carattere alla parete.

Il quadro più grande riscuoterà più successo se posizionato al centro del muro, anche se è possibile ricreare diversi scenari geometrici riproducendo delle distanze regolari tra un quadro e l’altro.

Non vanno collocati, inoltre, troppo in alto in quanto i vostri ospiti non riuscirebbero ad apprezzarli in maniera conveniente e non andrebbero mescolati troppi stili diversi tra loro se non si vuol dar vita ad un’accozzaglia di colore senza alcun senso.

Cercare di trovare un filo conduttore tra i quadri e l’arredamento

Lo stile della casa è fondamentale per procedere alla scelta dei quadri, in quanto il tutto contribuisce a sottolinearne il design e il carattere stesso dell’abitazione.

Bisognerebbe cercare di optare per uno stile che risulti essere in armonia con il resto dell’arredamento senza cadere nella banalità.

Se la propria casa ha uno stile moderno, si potrà puntare su quadri essenziali ma ricchi di colore, mentre se l’arredamento è classico la scelta va orientata verso rappresentazioni tradizionali e di grande impatto scenico.

Attenzione a valutare molto bene anche i colori che non dovranno essere necessariamente uguali a quelli dei diversi complementi di arredo collocati nella stanza, senza però contrapporsi in maniera netta.

Potrete quindi optare per dei contrasti o per pochi colori in grado di esaltare l’aspetto del locale, creando delle piccole assonanze tra il quadro e il colore dei tessuti e dei tendaggi.

Come scegliere la raffigurazione del quadro

Detto questo bisogna passare ai criteri per la scelta della raffigurazione del dipinto.

Anche questa, infatti, si deve basare su altri fattori per poter conferire all’ambiente l’effetto desiderato.

In un ambiente come la cucina e la sala da pranzo sono particolarmente indicati tutti quei dipinti che hanno come soggetto il cibo o la natura morta, ma anche tutto ciò che può ricollegarsi agli ambienti floreali e paesaggistici.

In camera da letto invece è consigliabile optare per immagini rilassanti, mentre per i corridoi è utile esporre opere rare o realizzate da artisti famosi.

La scelta della cornice è importante

Un bel quadro non avrebbe lo stesso successo se non fosse contornato da una cornice in grado di esaltarne la bellezza.

Nel caso dei dipinti classici ed antichi è utile adottare cornici dorate e dallo stampo altamente sofisticato, mentre per i quadri moderni conviene puntare sulla semplicità e adottare delle cornici semplici e lineari.

Non dimenticate inoltre di valutare attentamente l’illuminazione che sceglierete di donare ai dipinti.

È possibile scegliere dei faretti ad un’unica direzione per i quadri più grandi o scegliere luci fluorescenti per esaltare tutti quelli che fanno uso di colori particolari e vivaci.