Arredamento shabby chic
Casa e immobiliare

Arredamento shabby chic: come trasformare la tua casa

Lo stile Shabby Chic è uno dei trend del momento: se da una parte vediamo le case minimal e di design, dall’altra c’è bisogno di un look confortevole e che faccia sentire a proprio agio. Per questo motivo lo stile minimal e scandinavo viene messo da parte da quello shabby chic, sempre più in voga e apprezzato soprattutto dal pubblico femminile. L’arredamento shabby chic è sempre più diffuso e si rifà a due trend particolari che si uniscono: da una parte quello shabby, in cui trionfa il tema vintage ma anche l’effetto used, e dall’altra quello chic dove vengono preferiti materiali di prima qualità, pezzi unici ed eleganza. Il risultato è un look molto glamour e prezioso; se stai cercando pezzi di design a questo link trovi tantissime idee di arredamento shabby chic.

Arredamento Shabby Chic: i colori

Il primo elemento che salta all’occhio quando si parla di arredamento shabby chic è la palette cromatica. Molti pensano che l’arredamento shabby chic sia prevalentemente bianco ma si sbagliano; oltre al bianco che dà luminosità all’ambiente viene utilizzato frequentemente il grigio per dare un sottotono freddo o il legno per chi preferisce i colori caldi. Queste tonalità vengono poi accompagnate a sfumature pastello come l’azzurro, il rosa, il lavanda e il verde salvia.

Arredamento Shabby Chic: caratteristiche e dettagli

Per prima cosa l’arredamento shabby chic strizza l’occhio ai dettagli e lo fa mantenendo un mood romantico, prestando soprattutto attenzione ai materiali. Sì a pizzi e merletti, esagerando anche un po’ ma evitando assolutamente lo stile minimal. Se in casa con mobili vintage restaurati ed elementi decorativi è facile ricreare un angolo Shabby Chic, non è la stessa cosa per l’esterno: come leit motiv è possibile rinnovare il giardino seguendo questo trend. Come? Puntate sui mobili fai da te realizzandoli con dei bancali riverniciati di bianco e decorandoli con cuscini in tinta con le sfumature pastello prima citate. Se per la camera da letto sono in voga il finto baldacchino e i cuscini, lo stile shabby chic porta fiori e dettagli romantici anche in cucina: declinati su stampe, ceramiche ma anche in versione vera come centrotavola i fiori sono uno dei must per arredare la casa in stile shabby chic.

Ma quali sono i mobili must have per l’arredamento shabby chic? Sicuramente un tavolo da soggiorno basso da decorare con un bel centro tavola, fiori e candele. Altrettanto importante è un armadio con piedini a vista in camera da letto e una toeletta per il make up, possibilmente vintage ma anche vintage inspired è più che appropriata. Sì anche a divani dal look vintage e ovviamente alle credenze che sono il vero fulcro di questo stile.

Arredamento Shabby Chic: la storia

Lo stile Shabby Chic è ancora in voga, sono diversi anni che questo trend impazza nelle case non solo degli italiani ma di tutto il mondo e si presta particolarmente perché funziona sia nelle case di città che negli splendidi casali in campagna. Lo stile, che ha origini piuttosto antiche, è tornato di moda negli ultimi anni anche grazie alle numerose influencer che hanno scelto questo trend per arredare la propria casa e scattare i propri set. Lo stile shabby chic è però molto versatile, tanto da sapersi mixare con quello folk o quello nordico per svecchiarlo e renderlo più adatto alle diverse tipologie di casa. Lo stile è stato fondato da Rachel Aswell ed ha la capacità di escludere le grandi marche prestigiose dell’arredamento, prediligendo invece pezzi unici recuperati da mercatini o oggetti davvero vintage. Oggi però sono consentiti anche accessori vintage inspired e non davvero originali, purché in linea con lo stile.