Servizi

Carroattrezzi Roma: cosa comportarsi in caso di auto in panne

Un guasto meccanico alla propria autovettura, o peggio ancora un incidente, non sono certamente situazioni piacevoli, soprattutto quando si verificano lontano dalla propria abitazione.

Che si tratti di un auto, di un furgone o di una moto non importa: le casistiche in cui si può avere bisogno di un carroattrezzi Roma o in altre località, sono più frequenti di quello che si possa credere. In questo articolo vedremo come comportarsi in caso di auto in panne, e cosa fare prima di chiamare il carroattrezzi.

Carroattrezzi Roma e auto in panne: cosa fare prima di chiamarlo

Come anticipato, che si possa rimanere con l’auto in panne per un malfunzionamento, un guasto tecnico o un incidente, è una situazione che può verificarsi più frequentemente di quanto si possa pensare. Ma come comportarsi?

Innanzitutto, se la nostra auto dovesse decidere semplicemente di fermarsi, la prima cosa da fare è quella di mettere in sicurezza l’area circostante. Questo è possibile solamente segnalando l’accaduto attraverso l’apposita segnaletica, come previsto dal Codice della Strada. Se possibile quindi, si dovrà accendere le luci lampeggianti (le quattro frecce).

In seconda battuta, si dovrà provvedere a posizionare il triangolo, secondo due regole ben precise. La prima riguarda la distanza da cui deve essere posta la segnalazione, ovvero 50 metri dal veicolo. La seconda invece, stabilisce in almeno 100 metri la distanza da cui è possibile vedere tale segnalazione.

Infine, ma non da ultimo, sempre come previsto dal C.d.S., si dovrà provvedere a indossare il giubbino catarifrangente. In alternativa al giubbotto, si può ovviare con delle bretelle ad alta visibilità, fermo restando il fatto che devono essere anche queste munite di certificazione CE e che devono rispettare lo standard UNI EN 471.

Carroattrezzi Roma e incidente: cosa fare

Ben più delicata di un semplice malfunzionamento, è chiaramente la situazione di un incidente. Se questo fosse di lieve entità, magari dovuto ad un tamponamento che non ha provocato feriti, solitamente è sufficiente provvedere con la compilazione del CAI, che in molti conoscono come modulo CID.

In altre parole, parliamo della famosa constatazione amichevole. Se però le responsabilità dell’accaduto non fossero certe, e non si volesse incorrere in problemi con le assicurazioni, è opportuno contattare le forze dell’ordine, che in questo caso effettueranno tutti i rilievi del caso.

Nell’ipotesi però il sinistro fosse più grave, il discorso cambierebbe. Il primo passo fondamentale in queste situazioni, è verificare se vi sonodei feriti in seguito all’incidente. Se così fosse, si dovrà provvedere a contattare immediatamente il 118, così che possa intervenire sul luogo un’ambulanza. In aggiunta, se vi fosse il pericolo di fiamme o incendi, si dovranno contattare anche i Vigili del Fuoco.

Quelle elencate sono le operazioni più urgenti. Solamente dopo che i feriti saranno stati messi in sicurezza e al riparo da eventuali rischi, si potrà telefonare alle forze dell’ordine, e successivamente al carroattrezzi Roma, che rimuoverà i veicoli danneggiati e coinvolti nell’incidente.

Evitare guasti in auto: cosa fare

Per evitare gli incidenti, oltre a rispettare il Codice della Strada e guidare in maniera prudente, non c’è molto altro che possiamo fare. Ci sono alcune situazioni infatti, dove questi si verificano indipendentemente dalle nostre responsabilità.

Il discorso cambia però per i guasti e i malfunzionamenti. Se è pur vero infatti che possono avvenire anche con una macchina nuova e in perfette condizioni, è altrettanto vero che una manutenzione corretta può incidere notevolmente sulla frequenza con cui questi possono verificarsi. In altre parole, se il modello di automobile in possesso è di vecchia data, i controlli tecnici dovranno essere effettuati con maggior frequenza.

In secondo luogo, a prescindere dall’età del mezzo, prima di intraprendere un viaggio di lunga durata, è sempre opportuno provvedere con un check-up generale dell’automobile dal proprio meccanico di fiducia.

Questo è essenziale per evitare di incorrere in conseguenze ben più gravi che possono portare a ritrovarsi con l’auto in panne. Le probabilità di dover contattare un carroattrezzi magari nel corso della notte, saranno quindi più basse. Ad ogni modo se ciò dovesse comunque accadere, moltissime società che effettuano autosoccorso, offrono assistenza e sono operative 24 ore su 24, sette giorni su sette.

Auto in panne: cosa non fare

Se l’auto è rimasta in panne, ci sono alcune azioni che non dobbiamo assolutamente fare per evitare di complicare ulteriormente la situazione. La prima di queste è quella di cercare di spostare l’auto in autonomia. Se è pur vero che il carroattrezzi ha un costo infatti, il danno che ne potrebbe conseguire potrebbe essere molto più alto.

In secondo luogo, evitare assolutamente di chiamare un conoscente per far trainare il mezzo: è proibito dal Codice della Strada. Solamente i carroattrezzi sono abilitati al recupero del veicolo. Infine, ma non da ultimo, dovremo evitare di lasciare l’auto incustodita senza le opportune segnalazioni previste dal Codice stesso. Le macchine che sopraggiungono potrebbero non vedere la nostra, e provocare un ulteriore incidente.