Imparare l’arte della degustazione vino con un corso a Milano

Il vino è sempre stato, ed è tutt’ora, un ottimo accostamento a tantissimi piatti. Rosso, bianco, frizzante o fermo è ottimo per un aperitivo, da gustare scambiando due parole tra amici oppure un’ottima scusa per conoscere persone nuove. Il vino ha un fascino tutto suo che automaticamente viene assorbito da chi ne sa parlare e valorizzare tutte le sue qualità.

In genere l’arte deve essere interpretata e per farlo nel migliore dei modi, ha bisogno di un eccellente interprete e narratore, così succede anche col vino, che ha una storia tutta sua, ma per poterla raccontare per bene, bisogna conoscere e saper distinguere tutte le caratteristiche del prodotto che si ha in mano.

Ci sono tanti corsi di degustazione per chi volesse approfondire questo argomento e conoscere meglio uno dei protagonisti delle nostre tavole di tutti i giorni. Dolce, secco, speziato, aromatico, tante sono le sfumature che caratterizzano il vino, i profumi cambiano da zona a zona, da vigneto a vigneto, i colori assumono diverse ombreggiature che gli danno ancora più fascino. La degustazione vi farà apprezzare ancora di più questo prodotto.

Saper degustare un vino non è affatto facile, per questo ci sono dei corsi apposta dove delle guide vi illustreranno questo meraviglioso mondo.  Per conoscere bene un vino, la degustazione deve essere fatta a livello visivo, olfattivo e gustativo.

Dal colore del vino si capiscono tante cose come la sua età e la sua gradazione alcolica. La maggior parte delle volte, quando pensiamo ad un somelier, pensiamo a quando fa girare il vino nel suo calice, è proprio così che capisce quanti gradi ha quel vino, ancor prima di assaggiarlo.

A livello olfattivo, l’odore del vino, in genere, riporta i profumi della sua terra d’origine ed anche la sua età. I vini più giovani, di solito, sono caratterizzati da sfumature e profumi molto leggeri, a differenza di quelli più invecchiati che hanno odori molto ricchi.

Quando si parla di gusto, affrontiamo il discorso di acidità e di dolcezza. Un buon vino, una volta stabilito il suo livello di dolcezza, lascia un buon sapore sul palato per diverso tempo, se il sapore predominante è amaro, il vino non è buono.

Saper raccontare un vino e la sua storia racchiude un certo fascino, che incanta e meraviglia tutti. Raccontare la storia di un vino, degustandolo, ha la capacità di trasportarvi in un altro mondo, quasi fosse una favola.

Sul sito di Degustibuss.it potrete trovare tanti ottimi corsi in tutta Italia e a Milano, dove dei professionisti del mestiere vi aiuteranno a conoscere e a saper narrare a vostra volta queste storie.

Il corso si suddivide in tre livelli differenti, dal principiante al professionista. Nella prima fase vengono insegnate le basi, i ruoli principali di un somelier, come degustare il vino e tutti i suoi derivati, i passiti, la birra ed i distillati.

Nella seconda parte del corso verranno approfonditi i vini più importanti, regione per regione, di tutta la nostra penisola, si parlerà dei migliori vini esteri e della loro lavorazione nel Mondo. Nell’ultima parte del corso verranno illustrati tutti gli abbinamenti del vino col cibo, da poter creare poi un’armonia perfetta. Alla fine di ogni sessione viene comunque rilasciato un Diploma Nazionale di Somelier.