Seduzione

Hostess: un aiuto insostituibile nella gestione dello stand

Soprattutto per chi non ha mai avuto occasione di partecipare come espositore ad una fiera, scoprire per la prima volta quanto sia massiccia la quantità di faccende di cui occuparsi a livello organizzativo può spesso essere un po’ traumatico. La prenotazione dello stand, il suo arredo, la preparazione dei materiali promozionali da presentare ai visitatori, sono tutte attività alle quali non è possibile rinunciare; e anche svolte queste, rimane ancora la selezione dei prodotti da portare in fiera, così come l’organizzazione della copertura dello stand da parte del personale esperto, insieme a decine di altre minuzie.

Tutto questo perché la partecipazione ad una fiera non è solamente un’occasione generica di conoscere nuova clientela; oggi, soprattutto, è diventata una potente e preziosa occasione di marketing; e fra i fattori che non è assolutamente consigliabile sottovalutare c’è, in tal senso, la costruzione dell’esperienza che i visitatori al proprio stand vivranno, esperienza di cui fanno parte in maniera massiccia le hostess presenti allo stand. Ne abbiamo parlato con questa azienda, un’agenzia specializzata nel campo delle hostess per fiere e altri eventi.

Perché l’esperienza vissuta dai visitatori ad uno stand è così importante per l’azienda in fiera?

Perché le fiere si sono ridotte di numero e, di conseguenza, quelle rimaste sono aumentate di rilevanza. Questo ne ha fatto scenari sui quali la competizione non è più limitata né alle prestazioni dei prodotti offerti né ai loro prezzi, ma diventa una vera e propria sfida sul piano dell’immagine e del marketing. Il modo in cui si viene visti in fiera informa la percezione che il potenziale cliente avrà della propria azienda.

E le hostess come possono contribuire a questo sforzo?

Il ruolo umano, in un ambiente spesso frenetico come quello delle fiere, può rivelarsi assolutamente fondamentale. Il fatto è che, spesso, le aziende pensano esclusivamente al lato tecnico e commerciale, nel fare lo staffing degli stand, e quindi si trovano ad avere un personale estremamente qualificato per spiegare i prodotti esposti, e allo stesso modo per effettuare una trattativa commerciale, anche importante, con i clienti che dovessero manifestare un qualche interesse. Dove però sono carenti è sul lato dell’accoglienza, e proprio qui le hostess possono dimostrarsi la scelta perfetta.

Perché? Cosa hanno le hostess che manca al personale che ha appena descritto?

Il tempo. Proprio per via delle proprie competenze, e del fatto che sono stati mandati in fiera dall’azienda per generare un profitto, commerciali e tecnici non possono  – né sono spronati a farlo – dedicare tempo e attenzione a un visitatore che non stia dando loro la sensazione netta di poter intavolare una discussione commercialmente interessante: rischierebbero di non essere poi a pronta disposizione di qualcuno con il quale poter concludere dei buoni affari. Al contrario le hostess hanno il solo compito di accogliere il visitatore, fornirgli del materiale informativo, e se questi richiede informazioni sono in grado di mantenerne viva l’attenzione mentre il primo responsabile di stand si libera, aumentando la percentuale di contatti utili. Oltre a questo, la presenza di hostess competenti, cortesi e professionali si riflette come dicevamo sull’immagine aziendale</str ong>, dando un senso di organizzazione e disponibilità che difficilmente passa inosservato.