Il gioco del black jack spiegato facile

Il BlackJack è un gioco di carte che permette che giochi un solo giocatore.
Si gioca utilizzando 4 mazzi formati da 52 carte ciascuno e l’avversario è il banco. L’obiettivo principale del gioco è di ottenere più punti del banco e l’ideale è fare blackjack, ovvero arrivare a 21 punti. Tuttavia è molto importante non superare tali punti, in quanto in tal caso si andrà a perdere tutta la mano.

Regolamento del gioco

E’ possibile giocare fino a tre mani simultaneamente e, per ogni mano, è presente un’area del tavolo da gioco dove è permesso posizionare la propria puntata, la quale presenta sia un minimo che un massimo.
Dopo aver effettuato la propria puntata le carte verranno distribuite e se ne riceveranno due per ogni mano giocata.
Anche il banco riceve due carte e una di queste, inizialmente, rimane coperta. Nel caso in cui la prima carta posseduta dal banco sia 10, quest’ultimo controlla se possiede un blackjack e, se lo possiede, va a scoprire la seconda carta che possiede e si dice che la smazzata è finita.
Se invece la prima carta si rivela essere un asso si va ad utilizzare quella che viene chiamata assicurazione: si chiede ad ogni giocatore se vuole assicurarsi contro al blackjack e, per ogni mano a cui si va ad effettuare l’assicuazione, è possibile aggiungere la metà della puntata a cui corrisponde.
Tale operazione viene ripetuta per ogni mano e il banco controlla se possiede un black jack, per poi concludere la smazzata nel caso lo possieda.

Come si gioca?

Successivamente alla distribuzione delle carte si va a giocare una mano dopo l’altra e, ad ogni mano, il giocatore ha la possibilità di decidere se vuole prendere ulteriori carte. Se il valore della mano posseduta è inferiore a 21 e non si decide di volerlo rialzare ulteriormente si dirà “sto”, in modo tale che il valore della mano venga mantenuto e possa procedere la mano successiva.
Dopo aver pescato una carta, se il valore della mano risulta superiore al 21 si dice che si ha “sballato”, perciò andrà immediatamente a procedere la mano immediatamente successiva.
E’ inoltre possibile raddoppiare la puntata della mano prima di aver pescato la prima carta supplementare e, se si sceglie il raddoppio, si prenderà unicamente una carta supplementare procedendo poi con la mano successiva.
Nel momento in cui si inizia il gioco e in una mano si possiedono due carte di uguale valore, si può “splittare”, ovvero è possibile (partendo dalla mano iniziale) formare due mani, ognuna delle quali contiene una carta di quella da cui si è partiti.
Per la mano nuova dovrà essere effettuata una puntata uguale a quella della mano iniziale, per far si che l’intera puntata sia raddoppiata. Dopo questo ogni mano riceverà un’altra carta pescata dal mazzo.
Nel caso con una delle mani dette “splittate” si totalizzino 21 punti grazie a due carte, questo non vale come blackjack. Se invece si decide di “splittare” due assi, si avrà la possibilità di ricevere unicamente una carta supplementare per ogni mano, procedendo poi con la mano normale immediatamente successiva.
Soltanto dopo che il giocatore avrà giocato tutte le mani da lui possedute potrà giocare il banco, il quale andrà a scoprire la sua carta coperta e a pescare fino al raggiungimento di 17 punti.

Valore delle carte

Ogni carta ha un proprio valore: le figure valgono 10 punti, mentre l’asso può valere 1 o 11.
Il valore di una singola mano è dato dalla somma dei valori di ogni singola carta.
Nel caso in cui una mano possieda uno oppure più assi, l’asso in questione possiede sempre il valore migliore.
Se invece con due carte si ottengono 21 punti si ottiene un blackjack.