canarino
Cibo e nutrizione

Come scegliere il cibo per uccellini in gabbia

Allevare degli uccellini in gabbia può sembrare, apparentemente, una cosa semplice, ma questi graziosi animali, diventati negli ultimi 50 anni degli animali da compagnia come cani e gatti, necessitano di cure e di attenzioni particolari, a partire dalla scelta della gabbia, quindi dell’ambiente dove vivranno, fino alla scelta del cibo che non sempre è così scontata come si può pensare. Esistono infatti in commercio diversi tipi di alimenti che si differenziano a seconda della tipologia di uccellini in gabbia.

Uccellini in gabbia, quale cibo scegliere

Non tutti gli uccellini possono essere alimentati con lo stesso cibo. In generale, gli uccellini piccoli come cardellini, diamantini e piccoli papagallini, sono granivori, ovvero, si nutrono di piccoli semini che si trovano già miscelati in commercio. Prima di capire però quale sia il più adatto è bene fare una panoramica su quello che è l’apparato digerente di questi simpatici animaletti.

Gli uccellini non masticano il cibo, lo deglutiscono intero. Il cibo ingerito finisce in una sacca chiamata “gozzo” dove dei muscoli lo schiacciano e lo inumidiscono. Da qui viene convogliato in due stomaci, uno ghiandolare, addetto  alla digestione del cibo e l’altro muscolare, dove il cibo viene masticato e triturato. Per favorire questa particolare masticazione, gli uccellini ingeriscono il grit per uccelli, una miscela di conchiglie e grit d’ostrica, pietre di quarzo e alghe calcaree, che appunto aiutano a digerire il cibo.

Alimentare pappagalli e canarini

Tra gli uccellini da gabbia più diffusi troviamo sicuramente pappagallini e canarini. I pappagallini hanno un tipo di alimentazione mista, sono quindi granivori e frugivori, quindi si nutrono essenzialmente di semi, ma anche di frutta fresca. Questa deve sempre essere somministrata a temperatura ambiente e mai dal frigorifero.

I canarini, invece, sono granivori, ma poiché in natura capita, di quando in quando, che si alimentino anche con la frutta, questa va comunque, moderatamente, somministrata per compensare eventuali carenze di vitamine, si devono invece evitare le fibre.

Fabbisogno nutrizionale degli uccellini da gabbia

pappagalliniGli alimenti da somministrare agli uccellini in gabbia devono essere altamente digeribili, data anche la moderata attività fisica, e devono avere un ricco apporto di calcio, vitamine e fosforo. Durante la riproduzione si devono integrare  vitamine quali la A, la B12, D3 ed E.

La scelta dei semini

La miscela di semini va sempre scelta, quindi, in base alla tipologia di uccello e considerando il tipo di attività dell’animale, quindi le dimensioni della gabbia. Se si tratta di una voliera, per esempio, la dispersione di calore è maggiore, l’uccellino avrà quindi maggiore bisogno di apporto calorico per mantenere la sua temperatura ideale.